Ascoli Piceno : Chiesa di San Francesco (Ascoli Piceno). Arte, Storia, Cultura, Prodotti Tipici, Dove dormire, Dove mangiare in Provincia di Ascoli Piceno.

Informazioni storiche della Provincia di Ascoli Piceno

La chiesa di San Francesco è tra i monumenti che, insieme al palazzo dei Capitani, allo storico Caffè Meletti ed alle logge, delimitano piazza del Popolo, cuore della città di Ascoli Piceno.
Antonio Rodilossi la descrive come uno dei più interessanti esempi italiani di architettura francescana, nonché la chiesa francescana più rappresentativa della regione Marche. Essa costituisce il centro di un complesso monumentale composto anche dai due chiostri annessi: il Chiostro Maggiore ed il Chiostro Minore.
La chiesa nasce per ricordare la visita di san Francesco ad Ascoli Piceno nell'anno 1215 e del santo ne conserva il nome, pur essendo stata dedicata e consacrata, il 24 giugno 1371, a san Giovanni Battista dal vescovo Giovanni Acquaviva.
L'onda emotiva generata dalla predicazione del poverello di Assisi scosse la vita e l'animo di molti ascolani tra cui trenta giovani che indossarono il saio e divennero seguaci del santo dando origine alla prima comunità francescana ascolana dei frati minori conventuali.
L'ordine ebbe il suo primo luogo di residenza al di fuori delle mura cittadine presso la zona di Campo Parignano. Nell'anno 1257 papa Alessandro IV ed il ministro generale san Bonaventura concessero ai frati l'autorizzazione di potersi trasferire all'interno della città e di poter alienare il loro convento.
Con i proventi ricavati dalla vendita la piccola comunità francescana acquistò una porzione di suolo in «vico qui scadya nominatur», l'attuale Piazza del Popolo, ed in questo spazio avviò la costruzione della chiesa e delle pertinenze dei chiostri e del convento che ospitò anche i papi Niccolò IV e Sisto V.
La posa della prima pietra avvenne nel 1258, questa fu benedetta ed inviata dal papa Alessandro IV, sebbene la concreta costruzione dell'edificio religioso incominciò solo nel 1262 a causa di varie difficoltà che sopravvennero.
Del progetto iniziale, che una tradizione priva di alcun fondamento assegna all'ascolano Antonio Vipera, sono state individuate tracce in alcuni scavi effettuati informalmente (e senza che rimangano tracce di rilievi) nella zona dell'abside, dal 1966 al 1967. Prevedeva una sola navata con sette absidi e due pilastri centrali a sostegno dell'arco trionfale.
Questa impostazione progettuale venne abbandonata all'inizio del XIV secolo quando si iniziò la costruzione di un edificio impostato su tre navate separate da dieci pilastri che sorreggevano un soffitto a capriate. Nonostante la struttura fosse ancora incompleta venne consacrata nel 1371.
Sebbene sia rimasto sconosciuto l'artefice di queste modifiche e tutti gli storici siano accomunati nell'ipotesi che fu più di un artista, Pio Cenci dichiara che la paternità della progettazione di stile gotico fu di Fra Bevignate appartenuto all'ordine religioso dei Silvestrini.
Dopo numerose interruzioni la costruzione della chiesa riprese, nel 1443, sotto la direzione di Matteo Roberti da Como, per proseguire sotto la conduzione del milanese Antonio di Giovanni nel 1451. A questo periodo risalgono le cappelle laterali con i matronei che le sovrastano. La torre esagonale posta sul fianco sinistro della chiesa fu costruita attorno al 1444 da Matteo Roberti, mentre la torre che si affaccia su piazza del Popolo venne completata nel 1461.
Nell'anno 1510 venne inaugurato il monumento al papa Giulio II posto nella parte superiore del portale su Piazza del Popolo, fatto realizzare da Bernardino di Pietro da Carona.
Nel 1521, sotto la guida del maestro Giovanni detto Bozo, lombardo, si avviò la costruzione delle due navate laterali. Tra il 1527 ed il 1545 si dette inizio alla costruzione delle volte a crociera della navata centrale; negli anni immediatamente successivi fu completato il rifacimento della copertura con le volte a lunetta delle cappelle ai lati dell'altare maggiore dai maestri Domenico di Antonio e Battista Libertini.
L'ultimo intervento strutturale sulla chiesa fu la costruzione della cupola, che avvenne tra il 1547 ed il 1549, sotto la direzione di Domenico di Antonio detto Barotto e Defendente di Antonio detto Lupo. Al XVII secolo risale, infine, il coronamento superiore della facciata principale su via del Trivio.
Le aggiunte decorative interne, continuate durante il XVIII secolo, furono rimosse tra il 1852 ed il 1858, con la pretesa di ricostituire l'aspetto originario dell'edificio. Questo, al contrario, risentì negativamente della nuova fredda crudezza di restauro.

Tratto da : wikipedia.org

Ricerca per Comune: Hotel, Agriturismi, Bed and Breakfast, Ristoranti, Pizzerie nela Provincia di Ascoli Piceno

Agriturismi Acquasanta Terme Tot: (1)   Agriturismi Ascoli Piceno Tot: (2)   Ristoranti Grottammare Tot: (3)   Ristoranti Monteprandone Tot: (1)   Ristoranti Offida Tot: (1)   Ristoranti Roccafluvione Tot: (1)   Ristoranti San Benedetto del Tronto Tot: (1)   Ristoranti Spinetoli Tot: (1)   Salute e Bellezza Ascoli Piceno Tot: (2)   Salute e Bellezza Folignano Tot: (1)   Salute e Bellezza Offida Tot: (1)   Salute e Bellezza San Benedetto del Tronto Tot: (2)   Salute e Bellezza Spinetoli Tot: (1)   Agriturismi Cupra Marittima Tot: (3)   Agriturismi Montefiore dell'Aso Tot: (2)   Agriturismi Montemonaco Tot: (3)   Azienda-Vinicola Cossignano Tot: (1)   Azienda-Vinicola Monsampolo del Tronto Tot: (1)   Aziende Agricole Acquaviva Picena Tot: (1)   Bed and Breakfast Carassai Tot: (1)   Bed and Breakfast Castignano Tot: (1)   Bed and Breakfast Castorano Tot: (1)   Bed and Breakfast Cossignano Tot: (1)   Bed and Breakfast Grottammare Tot: (2)   Bed and Breakfast Monsampolo del Tronto Tot: (1)   Bed and Breakfast Ripatransone Tot: (1)   Campeggi Cupra Marittima Tot: (1)   Casa Per Ferie Carassai Tot: (1)   Hotel Acquaviva Picena Tot: (1)   Hotel Grottammare Tot: (3)   Hotel Montemonaco Tot: (1)   Hotel Ripatransone Tot: (1)   Hotel San Benedetto del Tronto Tot: (6)   Immobiliare San Benedetto del Tronto Tot: (2)   Pizzerie Massignano Tot: (1)   Pizzerie San Benedetto del Tronto Tot: (1)   Prodotti Tipici Ascoli Piceno Tot: (1)   Residence Montemonaco Tot: (1)   Ristoranti Acquaviva Picena Tot: (1)   Ristoranti Ascoli Piceno Tot: (1)   Ristoranti Colli del Tronto Tot: (1)   Ristoranti Comunanza Tot: (1)  

Lingua

Italian English French German Holland Russian

Ricerca

Da Visitare

Social

Cerca


Tags

[CategoriaTagsLaterale]